domenica 23 settembre 2018

RITROVARE SE STESSI CREANDO IL PROPRIO LABIRINTO

Centro Olistico Terra di Luce - Corvaro - 4 novembre 2018




Momento magico tra il Capodanno celtico (Samhain) 31 ottobre e la Luna Nuova 7 novembre.

Come raggiungerci: Da Roma prendere l'A24 per L'Aquila e uscire al casello 'Valle del Salto', alla rotonda girare a destra verso Corvaro;
da Rieti percorrere tutta la strada Regionale 578 Salto Cicolana fino al casello autostradale 'Valle del Salto' e alla rotonda girare a sinistra verso Corvaro.
Dopo 3 chilometri, all'insegna verde luminosa della farmacia (all'angolo destro c'è il bar 'la Crocetta'), girare a destra per Via dello Sport. Superata la farmacia, la strada si restringe e si prosegue fino all'incrocio successivo. Girare a sinistra per Via San Rocco: all'angolo si trova la chiesa del cimitero. Proseguire dritto fino alla biforcazione: prendere la strada a destra in salita - Via XX settembre. La strada fa un giro a U ed entra nella parte vecchia del paese: percorrerla tutta fino al punto che diventa molto ripida. Poco prima della salita, girare sulla destra dove c'è un cancello verde e proseguire fino in fondo verso il parcheggio di 'Terra di Luce'.

Ore 10 Ritrovo dei partecipanti
ore 10,15 Scelta del tipo di labirinto che si vuole creare e inizio lavori
ore 12 Presentazione e pratica di disegno di labirinti
ore 13 Pranzo (ognuno porta qualcosa)
ore 14,30 Si percorre lo splendido labirinto chakra-vyuha di Terra di Luce
ore 15 Si riprende il laboratorio
ore 17 Consacrazione dei labirinti
Il laboratorio si effettuerà al raggiungimento di almeno n. 4 partecipanti e la quota è di € 15.
Coloro che si iscriveranno al laboratorio riceveranno un programma dettagliato con l'occorrente da portare.
Per informazioni e iscrizioni contattare Renata: remaluga@gmail.com – 3475241844

Renata Garutti, laureata in Lettere con indirizzo archeologia preistorica da molti anni
studia il simbolo del labirinto. Ha pubblicato con le Edizioni Mediterranee il saggio “Iniziazione al labirinto. Simbolo universale di guarigione, crescita spirituale e realizzazione dei desideri” scritto con altri due autori, ora anche in ebook. Il 6 dicembre 2014 ha ricevuto il Premio Nazionale Cronache del Mistero per i suoi studi sui labirinti e l’esecuzione di alcuni di essi sia a terra che tattili. 

remaluga@gmail.com –
 www.labirintodelleparole.blogspot.com 


giovedì 31 maggio 2018

LA STORIA DELLA GIORNATA MONDIALE DEL LABIRINTO


STORIA DELLA GIORNATA MONDIALE DEL LABIRINTO
Kay Whipple, Stephanie Blacton, Diane Terry-Kehner e Lars Howlett

Il concetto della Giornata Mondiale del Labirinto fu all'inizio suggerito al Comitato di Pianificazione Strategica da Carol House e sviluppato dal Consiglio di Amministrazione che comprendeva Harriette Royer, Kimberly Saward e Kay Whipple nel 2007/8. Sulla base del loro suggerimento di indire un “cammino mondiale annuale nel labirinto” all'incontro autunnale del Consiglio un comitato di diciannove membri scelse il primo sabato di maggio per la Giornata Mondiale del Labirinto (GML).
Lo scopo di questa Giornata è quello di portare gente di tutto il pianeta a celebrare insieme i labirinti come simbolo, strumento, passione o pratica. La GML è un'opportunità per informare ed insegnare al pubblico come percorrere, costruire labirinti permanenti o temporanei, fare arte con i labirinti o esplorare l'archetipo in vari modi. Su suggerimento di Lynda Tourloukis i partecipanti sono incoraggiati a “Camminare come una persona sola all'1” del pomeriggio per creare un'onda di energia di pace intorno a tutto il pianeta.
La prima manifestazione fu programmata per la primavera 2009 e Stephanie Blackton, che si occupava delle Relazioni Pubbliche all'epoca, fu la prima coordinatrice della GML. La pagina e il gruppo Facebook di The labyrinth Society furono creati da Lisa Moriarty e Stephanie Blackton che scrissero il primo post.
Pamela Kilbourne organizzò il primo cammino della GML il 2 maggio 2009, offrendo tele, con i labirinti di Chartres e Cassico sull'Isola Maggiore, Baia di Plenty , Nuova Zelanda. John Ridder portò una tela con il labirinto a Hong Kong per usarlo in quella occasione. Randy Fillmore ottenne il permesso di costruire un labirinto sull'Ellisse vicino alla Casa Bianca. Lavorando con Stephanie Blackton e Diane Terry-Kehner, tra gli altri costruirono due labirinti temporanei a Washington DC per l'evento inaugurale.
I coordinatori successivi che includono Carol House (2011-13) e Lars Howlett (2014 a oggi) portarono a una crescita costante della GML e alla X GML del 2018 hanno partecipato 5000 persone di almeno 35 paesi inclusi Argentina, Armenia, Aruba, Australia, Belgio, Brasile, Canada, Cile, Colombia, Croazia, Ecuador, Inghilterra, Francia, Polinesia francese, Germania, Ungheria, Irlanda, Lituania, Malta, Messico, Olanda, Nuova Zelanda, Norvegia, Perù, Polonia, Romania, Russia, Scozia, Sud Africa, Spagna, Svezia, Svizzera, Uruguay e USA!
Il gruppo Facebook The Labyrinth Society Global Group resta la prima piattaforma per condividere foto, video e storie della camminate e degli eventi. E' aumentato fino ad avere 7500 membri in 99 paesi.
Lars Howlett ha disegnato la mappa della GML e i logo per i social media. 



Dal 2013 egli ha creato un Sondaggio informale su Google per valutare la crescita e la diffusione della partecipazione.
Ogni anno le immagini postate sui social media sono raccolte per una serie di diapositive e video su You Tube. Nel 2018 egli ha lanciato il Cerchio di Condivisione del Labirinto Mondiale portando persone da tutto il mondo a condividere la loro esperienza e per promuovere maggior equità e inclusione nella comunità del labirinto.

venerdì 20 aprile 2018

X GIORNATA MONDIALE DEL LABIRINTO




X GIORNATA MONDIALE DEL LABIRINTO
5 maggio 2018
Centro OlisticoTerra di Luce – Via Fuori le Mura 10
Corvaro di Borgorose (Rieti)
L’intento della giornata: Sii parte dell’onda di energia di pace che circonda la Terra che gira. Camminiamo insieme per la pace.
Come raggiungerci: Da Roma prendere l'A24 per L'Aquila e uscire al casello 'Valle del Salto', alla rotonda girare a destra verso Corvaro;
da Rieti percorrere tutta la strada Regionale 578 Salto Cicolana fino al casello autostradale 'Valle del Salto' e alla rotonda girare a sinistra verso Corvaro.

Dopo 3 chilometri, all'insegna verde luminosa della farmacia (all'angolo destro c'è il bar 'la Crocetta'), girare a destra per Via dello Sport. Superata la farmacia, la strada si restringe e si prosegue fino all'incrocio successivo. Girare a sinistra per Via San Rocco: all'angolo si trova la chiesa del cimitero. Proseguire dritto fino alla biforcazione: prendere la strada a destra in salita - Via XX settembre. La strada fa un giro a U ed entra nella parte vecchia del paese: percorrerla tutta fino al punto che diventa molto ripida. Poco prima della salita, girare sulla destra dove c'è un cancello verde e proseguire fino in fondo verso il parcheggio di 'Terra di Luce'.
Programma:
ore 10 – Accoglienza dei partecipanti
Ore 10,30 – Luciano Engaldini presenta le linee guida del Centro Olistico ‘Terra di Luce’ ed il processo di creazione dei Giardini di Meditazione dove è stato realizzato il Labirinto Chakra Vyuha con la consulenza di Renata Garutti.
Ore 10,45 - Liliana Cozza parlerà dell’energia dei cristalli, inseriti nel labirinto di Terra di Luce. Guiderà i partecipanti in una esperienza di meditazione con i cristalli.
0re 11,00: Renata Garutti: La Giornata Mondiale del Labirinto, brevissimo excursus sul significato del labirinto nei secoli, le danze legate al labirinto
ore 11.20 Andrea Amato “Il labirinto, un ballo tondo che inverte i concetti di tempo e spazio.
Alla fine degli interventi Liliana Cozza guiderà i partecipanti in una esperienza di meditazione con i cristalli.
Dopo la meditazione con i cristalli andremo nel bellissimo giardino olistico dove si trova il labirinto che percorreremo, ma prima faremo delle danze in cerchio nello spazio antistante.
Pranzo conviviale (ognuno porta qualcosa che sia da bere, da mangiare, bicchieri, posate, piatti, tovaglioli).
Si prega di confermare la propria presenza a Renata Garutti: 3475241844, remaluga@gmail.com (non è sufficiente scrivere parteciperò su Facebook)

NB - Si raccomanda di indossare vestiti comodi e scarpe adatte per camminare in un giardino a più livelli. Nella sala conferenze non si entra con le scarpe, quindi munirsi di calzini e di un indumento caldo.

Liliana Cozza – Laureata in lettere classiche, è dal 2000 Master Reiki, Cristalloterapeuta ed esperta di Meditazioni e di Tecniche sciamaniche. Ha fondato con Luciano Engaldini il Centro Olistico Terra di Luce dove si svolgono corsi e seminari guidati da lei e da altri operatori olistici, tra cui Mauro Aresu esperto di geomanzia, Franco Santoro iniziatore dell'Astrosciamanesimo, Carolina Botti, coordinatrice italiana delle Danze Sacre in Cerchio. Ha seguito il percorso di Tantra con Elmar e Micaela Zadra. Guida seminari di Reiki, Cristalloterapia e altre tecniche olistiche, è iniziatrice del Tantra Reiki Samanta, unione del Reiki e del Tantra

Luciano Engaldini - Fin da giovane ha sempre avuto una propensione verso gli studi delle discipline rivolte alla ricerca interiore e dopo una carriera lavorativa nella Guardia di Finanza ha frequentato seminari e corsi vari – Reiki, Rebirthing, Dialogo delle Voci, Tantra, The Work, Rio Abierto, Movimento Consapevole, Costellazioni Familiari - per approfondirne le conoscenze e le esperienze. Il sogno di vivere concretamente e in condivisione una qualità di vita ispirata ai principi appresi, si è palesato nel rapporto con Liliana e quando la relazione di coppia ebbe fine, continuarono a rapportarsi nell’intento di realizzare il progetto di Terra di Luce e di una vita armoniosa e amorevole.
luciano.engaldini@libero.it

Giardini Terra di Luce - Al Centro sono annessi i Giardini di Meditazione di Terra di Luce. Un giardino si svago e riposo, dove poter stare in ‘ascolto’ e ricevere indicazioni, integrare le consapevolezze acquisite, ritrovare pace interiore, serenità mentale ed equilibrio.
Abbiamo creato i giardini in una parte abbandonata del bosco . Vi si trovano alberi spontanei e da frutto, fiori ed erbe aromatiche, statue, simboli e messaggi impressi su pietra o legno, panchine e sedili.
Creati nel rispetto e nell’amore per la Natura, abbiamo diversi spazi, la zona amache e svago, il punto dedicato al Buddha, dove ogni anno celebriamo il Wesak , Il Cerchio di 13 pietre di Armonizzazione del maschile e del femminile nello spazio della Comunicazione dove abbiamo anche il simbolo del Tao, una vasca a forma d’infinito con pesci rossi e fiori di loto nello spazio del Cuore. Nella parte alta del giardino abbiamo costruito il Labirinto Chakra Vyuha formato da pietre e cristalli di quarzo rosa e verdi e con al centro una sfera di calcite e conchiglie.

Renata Garutti - Renata Garutti, da molti anni studia il simbolo del labirinto. Ha pubblicato con le Edizioni Mediterranee il saggio “Iniziazione al labirinto. Simbolo universale di guarigione, crescita spirituale e realizzazione dei desideri” scritto con altri due autori, ora anche in ebook. Il 6 dicembre 2014 ha ricevuto il Premio Nazionale Cronache del Mistero per i suoi studi sui labirinti e l’esecuzione di alcuni di essi sia a terra che finger.
remaluga@gmail.com – 
www.labirintodelleparole.blogspot.com 
Andrea Amato esperto di Energia negli Spazi. Dal 2003 studia nel campo della Domoterapia (terapia ambientale della casa). Nel 2012 fonda assieme ad un gruppo di ricercatori Aetere's, un'azienda che si occupa di Biocompatibilità e Riarmonizzazione Ambientale attraverso rilevamenti, analisi, progettazione e realizzazione di tecnologia. Dal 2005 è relatore per corsi di formazione professionale in BRA (Biocompatibilità e Riarmonizzazione Ambientale) e in EB (Energetic Bionomics). Tiene conferenze e seminari in Italia e in Svizzera riguardo archeoenergia, architettura e Geometria Sacra, energia nell'arte. Nel 2012 pubblica il libro “LITUUS  gli etruschi e l’energia della Madre Terra”, nel 2017 pubblica l’appendice per il libro “ENERGEIA”.  www.aeteres.com - a.amato@aeteres.com





venerdì 23 febbraio 2018

MOSTRA MONET

MOSTRA MONET


Dal 19 ottobre 2017 al 3 giugno 2018 il Complesso del Vittoriano - Ala Brasini ospiterà una splendida mostra dedicata a MONET.

Dal lunedì al giovedì 9.30 - 19.30
Venerdì e sabato 9.30 - 22.00
Domenica 9.30 - 20.30
(La biglietteria chiude un'ora prima)

E' già possibile pre-acquistare i biglietti della mostra sul sito TicketOne e prenotare le visite per gruppi e scuole telefonando al numero 06 87 15 111.


BIGLIETTI

Intero € 15,00 (audioguida inclusa)

Ridotto € 13,00 (audioguida inclusa)
65 anni compiuti (con documento); ragazzi da 11 a 18 anni non compiuti; studenti fino a 26 anni non compiuti (con documento); militari di leva e appartenenti alle forze dell’ordine; diversamente abili; giornalisti con regolare tessera dell’Ordine Nazionale (professionisti, praticanti, pubblicisti)

Biglietto Open € 17 (audioguida inclusa)

Consente l?ingresso alla mostra senza necessità di bloccare la data e la fascia oraria. Il biglietto open è acquistabile direttamente presso la biglietteria della mostra.

Diritti di prenotazione e prevendita:
Gruppi e singoli € 1,50 per persona
Scolaresche € 1,00 per studente


Informazioni e prenotazioni
T + 39 06 87 15 111


TRAIANO. COSTRUIRE L'IMPERO, CREARE L'EUROPA

Traiano. Costruire l’Impero, creare l’Europa

29/11/2017 - 16/09/2018
Mercati di Traiano Museo dei Fori Imperiali
L’8 agosto di 1900 anni fa moriva l’imperatore Traiano. Una grande mostra lo celebrerà presso i Mercati di Traiano dal 29 novembre 2017
L’8 Agosto del 117 d.C. moriva Marco Ulpio Nerva Traiano,  l’optimus princeps  che portò l’impero romano alla sua massima estensione.
Cosa significa costruire un Impero?
E in che relazione sta l’Impero Romano con l’Europa attuale?
Politica, economia, welfare, conquiste militari ottenute senza esclusione di colpi; inclusione di popolazioni diverse sotto un unico Stato che governa con leggi che ancora oggi sono alla base della giurisprudenza moderna; la buona amministrazione, influenzata anche da donne capaci, “first ladies” autorevoli; campagne di comunicazione e capacità di persuasione per ottenere il consenso popolare attraverso opere di pubblica utilità, “magnificentia publica” e lusso privato, ma discreto.
Non è la trama di una fiction, né il programma di qualche politico, ma la traccia della mostra Traiano. Costruire l’Impero, creare l’Europa, ideata da Claudio Parisi Presicce e a cura di Marina Milella, Simone Pastor e Lucrezia Ungaro per celebrare la ricorrenza dei 1900 anni dalla morte dell’imperatore che ha portato l’Impero alla sua massima espansione.
Ancora, è ospitata presso la via Biberatica anche Columna mutãtio – LA SPIRALE, un’installazione monumentale di arte contemporanea, ideata dall’artista Luminiţa Țăranu, che racconta la “mutazione” di significato della Colonna di Traiano nel volgersi della storia.
TRAIANO, imperatore costruttore
La mostra sarà caratterizzata dal racconto della vita “eccezionale” di un uomo “ordinario”, significativamente racchiusa in un “titolo” coniato per lui, 
optimus princeps, ovvero il migliore tra gli imperatori. Colui che seppe riportare gioia tra i romani! come ricordato dallo storico Plinio il Giovane, suo contemporaneo Traiano ci ha ordinato di essere felici e noi lo saremo.
LA MOSTRA
Il “racconto” della mostra si sviluppa attraverso statue, ritratti, decorazioni architettoniche, calchi della Colonna Traiana, monete d’oro e d’argento, modelli in scala e rielaborazioni tridimensionali, filmati: una sfida a immergersi nella grande Storia dell’Impero e nelle storie dei tanti che l’hanno resa possibile.
II percorso espositivo si snoda attraverso 7 sezioni a partire dalla morte di Traiano, avvenuta in Asia Minore e, unico caso della storia romana, celebrata con trionfo nella capitale insieme alle sue gesta. Si prosegue con la contrapposizione tra le cruente campagne nella Dacia (parte dell’attuale Romania) e le grandi opere realizzate con la pace, dal ruolo delle donne della famiglia (vero “braccio destro” dell’imperatore per la politica sociale) agli spazi privati, fino alla “fortuna” della figura di Traiano dopo l’antichità, dovuta alla sua fama di uomo giusto, il più “cristiano” tra i pagani, decoroso e caritatevole.
L’APPARATO MULTIMEDIALE
Una mostra immersiva grazie alle nuove tecnologie e allo 
storytelling, protagonisti anch’essi dell’allestimento e dei contenuti. I visitatori si troveranno immersi nel mondo di Traiano. L’ imperatore, o meglio il suo fantasma, impersonato da un attore, introdurrà alla vita dell’optimus princeps. Profumi, petali e il rumore della folla daranno al visitatore le stesse sensazioni che il popolo di Roma provava durante un trionfo; stele di soldati si animeranno per mostrare gli affanni del vivere e del morire dei legionari impegnati nelle guerre di conquista di Traiano; si ascolteranno la descrizione dei nemici di Roma, i barbari - antagonisti prima, protagonisti poi delle sorti dell’impero - e le voci delle donne della famiglia reale, impegnate nel sociale e imprenditrici. E, ancora, grazie alla realtà aumentata e a video immersivi rivivranno i monumenti traianei e il fuoco delle fiamme da cui Traiano venne salvato per intercessione di Gregorio Magno.
La mostra si avvarrà anche delle installazioni multimediali e interattive che sono state realizzate grazie alle collaborazioni che la Sovrintendenza Capitolina ha attivato, a scopi di ricerca, studio e divulgazione con la Duke University, Department of Classical Studies, Dig@Lab, con il coordinamento scientifico di M. Forte, la Real Academia de Bellas Artes de San Fernando (Madrid, Spagna), Laboratorio de Humanidades Digitales con il coordinamento di J. M. Luzon,  la Divisione ICT del Dipartimento di Tecnologie Energetiche dell’ENEA nell’ambito del progetto CO.B.R.A. (COnservazione dei Beni culturali, con l’applicazione di Radiazioni e di tecnologie Abilitanti), responsabile A. Quintiliani.
Attenzione: Le immagini possono essere utilizzate solo per accompagnare articoli o segnalazioni della mostra Traiano. Costruire l’Impero, creare l’Europa in programma al Mercati di Traiano Museo dei Fori Imperiali dal 29 novembre 2017 al 16 settembre 2018.
Luogo
Mercati di Traiano Museo dei Fori Imperiali
Orario
Dal 29 novembre 2017 al 16 settembre 2018
Tutti i giorni 9.30 - 19.30 (la biglietteria chiude un’ora prima)
24 e 31 dicembre ore 9.30-14.00
Giorni di chiusura: 1 Gennaio, 1 Maggio, 25 dicembre
N.B. Per eventuali aperture e/o chiusure straordinarie consultare la pagina dedicata agli Avvisi 
Biglietto d'ingresso
Ingresso gratuito per i residenti a Roma e nell'area della Città Metropolitana nella prima domenica di ogni mese.Biglietto integrato museo + mostre (“Traiano. Costruire l’Impero, creare l’Europa” e “Columna mutãtio – LA SPIRALE” dal 29 novembre 2017 al 16 settembre 2018):
Intero € 15,00
Ridotto € 13,00.
Per i cittadini residenti nel Comune di Roma (mediante esibizione di valido documento che attesti la residenza)
Intero € 13,00
Ridotto € 11,00
Informazioni
Tel. 060608 (tutti i giorni ore 9.00 - 19.00)


giovedì 14 dicembre 2017

i miei libri su Amazon


https://www.amazon.it/s/ref=nb_sb_noss?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&url=search-alias%3Daps&field-keywords=renata+maria+luigia+garutti

Per ora sono cartacei Amori e sapori in Sabina e All'antica quercia e altri racconti. Presto Amori e Sapori, imparare a cucinare e ritrovare se stessi e La grotta dei misteri.

IL LABIRINTO CHAKRA VYUHA DI TERRA DI LUCE


 
 Il LABIRINTO CHAKRA VYUHA DI TERRA DI LUCE
 di Renata Garutti.
 
Simbolo universale che troviamo rappresentato in tutte le culture fin dalla preistoria, il labirinto è stato disegnato in molte forme diverse e costruito con i materiali più vari.
Labirinto di antica origine indiana è quello denominato ‘Chakra Vyuha’, nome che deriva dalla disposizione delle truppe impiegate nella battaglia di Kurukshetra, raccontata nel poema epico indiano “Mahabharatha” e significa formazione in cerchio. Infatti, come mostrato nella figura 1, i cavalieri si mettevano in quella disposizione per evitare che il nemico arrivasse al centro.
(Fig 01)
Con il tempo questo labirinto, come anche quello classico a sette circuiti, soprattutto nell’India Meridionale, ha acquisito un significato propiziatorio e di protezione. Infatti si trovano labirinti dipinti sulle porte per evitare di far entrare gli spiriti maligni, si fanno tatuaggi e si disegnano sulla pancia delle partorienti per facilitarne il parto.
Il 22 aprile 2017, Giornata Mondiale della Terra, abbiamo costruito un Labirinto Chakra Vyuha a Terra di Luce, utilizzando pietre del posto, cristalli di quarzo rosa e quarzo verde e una calcite al centro. (fig 2).
(Fig. 2)
Terra di Luce è un Centro Olistico fondato nel 2006 e sito nel paese di Corvaro, nella Valle del Salto, provincia di Rieti.
Lascio la parola ai due fondatori, Liliana Cozza e Luciano Engaldini:
Uno degli aspetti più importanti delle attività del nostro Centro e del nostro cammino interiore è stata la realizzazione di un Giardino Olistico. Lo spazio che abbiamo acquistato era in uno stato di abbandono, incolto, coperto di rovi e filo spinato. Seguendo le nostre sensazioni e le indicazioni che ci sono arrivate negli anni, abbiamo creato dei terrazzamenti che hanno reso possibile la manifestazione dell’energia magnetica di questa terra, abbiamo creato un percorso di meditazione. Al rituale del Wesak, la festa di luce collegata al Buddha teche celebriamo ogni anno, due anni fa ha partecipato Renata Garutti. Visitando il giardino ci ha chiesto se avevamo intenzione di creare un labirinto in uno spazio che ancora non era stato sistemato. Da lì è nata la spinta a pulire e a definire gli spazi per posizionare le pietre e dare forma al labirinto. La particolarità del nostro labirinto è l’inserimento dei cristalli di quarzo rosa e verde che armonizzano l’energia del sito attivando il chakra del cuore.
La cristalloterapia è una delle tecniche olistiche che vengono insegnate e praticate nel nostro Centro. Gli obiettivi fondamentali che seguiamo sono la Comunicazione Empatica basata sull’ascolto e sul rispetto dei propri bisogni e quelli degli altri, il lavoro come Amore in Azione che si basa su un atteggiamento positivo e creativo di ascolto di sé e di ciò che ci circonda. Altre tecniche olistiche che pratichiamo sono il Reiki, la Meditazione, il Movimento Creativo, Danze Sacre in Cerchio e laboratori creativi per diffondere un nuovo atteggiamento verso la vita anche tra i giovani.
Terra di Luce : wwwterradiluce.org – facebook Centro olistico Terra di Luce
Il 24 giugno, giorno legato al Solstizio d’estate abbiamo fatto l’inaugurazione di questo splendido labirinto con una presentazione che spiegava cosa è un labirinto, i suoi significati nel tempo, cosa è un chakra vyuha e come sono legate le danze al labirinto.
Dopo una bellissima meditazione con i cristalli condotta da Liliana Cozza, siamo andati nella zona dedicata al labirinto e prima di percorrerlo abbiamo fatto delle danze sacre in cerchio.
Si può dire che l’energia e la spiritualità erano veramente molto forti e tutti i partecipanti ne sono stati coinvolti (fig. 4).
(Fig 04)
(Renata Maria Luigia Garutti)
 Articolo apparso su http://www.ilpuntosulmistero.it/il-labirinto-chakra-vyuha-di-terra-di-luce-di-renata-garutti/
Ho fatto alcune variazioni nelle foto